Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni

Ci vorrebbero mesi per apprezzare tutte le bellezze di Barcellona, ma non sempre si hanno a disposizione tanti giorni, sia per una questione di budget che per una questione di tempo. In questo articolo vi offrirò un itinerario che vi aiuterà a sapere cosa vedere a Barcellona in 3 giorni.

Sono stata a Barcellona ben quattro volte nell’arco degli anni insieme ai miei genitori, a mio marito e i miei figli, e come capirete leggendo questo itinerario, me ne sono innamorata. D’altronde chi non ama questa bellissima città!

Ogni volta ho scoperto qualcosa di nuovo e inaspettato perché è una città che offre tanto sia per coppie che per famiglie

GIORNO 1 | Cosa vedere a barcellona in 3 giorni

Il primo giorno è incentrato sulle cose da vedere nel centro di Barcellona e tutti i vari punti d’interesse menzionati sono facili da raggiungere, così da non trovarsi spaesati il primo giorno a Barcellona. Il primo giorno copre alcuni dei capolavori di Gaudì:

  • Palau Guell
  • La Rambla
  • Sagrada Familia
  • Torre Bellesguard
  • Hospital de la Sant Creu i Sant Pau
  • Fundacio Joan Mirò

GIORNO 2 | Cosa vedere a barcellona in 3 giorni

Il secondo giorno è dedicato alla visita di due case, una di queste poco conosciuta perché privata fino a qualche anno fa. Il secondo punto d’interesse della giornata sarà la  visita del monte Tibidabo che sovrasta la città. 

  • Casa Vicens: visita privata serale
  • Luna Park Tibidabo
  • Casa Amatller
  • Tempio Espiatorio del Sacro Cuore di Gesù

GIORNO 3

Il terzo giorno è improntato a far conoscere delle attrazioni fuori dal centro di Barcellona.

  • Sitges: una gita fuori città
  • Visita al Palau Marycel
Questa è una piccola anteprima di cosa vedere a barcellona in 3 giorni

Giorno 1 – Itinerario di 3 giorni a Barcellona

Palau Guell: il primo edificio progettato da Gaudì

Palau Guell è un palazzo urbano dotato di ogni tipo di lusso, ma al contempo situato in uno dei quartieri più popolari e soggetti a degrado della Barcellona dell’epoca: il quartiere del Raval. Merita una visita perché è la prima opera dell’architetto Antoni Gaudí ed è anche una delle prime ad essere state nominate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Si tratta di un edificio sorprendente per il contrasto che sfoggia rispetto alle opere precedenti dell’artista, con un esterno apparentemente sobrio e quasi privo di decorazioni, il ricco interno sorprende.

Informazioni essenziali su Palazzo Guell

Come arrivare: Carrer Nou de la Rambla, 3-5, 08001 Barcelona, Espanya

Orari: dal 1 aprile al 31 ottobre: dal martedì alla domenica dalle 10 alle 20; dal 1 novembre al 31 marzo: dalle 10 alle 17:30; i lunedì non festivi, il 25 e 26 dicembre, l’1 e il 6 di gennaio e la terza settimana di gennaio il Palau resta chiuso.

Costo biglietto: 12€

Maggiori info in questo articolo

Facciata di Palau Guell di Barcellona
Palazzo Guell, la prima opera di Gaudì

La Rambla | Cosa vedere a barcellona in 3 giorni

Sicuramente la Rambla è la strada più famosa di Barcellona. E’ un lungo viale pedonale che attraversa il centro storico di Barcellona allungandosi da Plaça Catalunya fino al Monumento di Colombo, vicino al porto. Ai lati della Rambla troviamo due dei quartieri che fanno parte della Ciutat Vella (Città Vecchia), che sono il quartiere del Raval (venendo da plaça Catalunya sulla destra) e il Barrio Gotico (sulla sinistra).

Sul viale più frequentato di tutta la città, si esibiscono tanti artisti di strada  in divertenti spettacoli e ogni giorni migliaia di turisti e locali la affollano. La Rambla è il posto perfetto per assaporare l’atmosfera di Barcellona con tanti ristoranti e locali dove pranzare o assaporare un’ottima sangrìa o comprare un souvenir nelle tantissime bancarelle.

Come raggiungere la Rambla

Il lungo viale inizia da Plaça Catalunya (fermata della metro Catalunya, linea verde L3 o rossa L1) ed arriva fino alla Statua di Colombo (fermata Drassanes, linea verde L3).Oltre alla metro, di cui troverete una mappa all’articolo dedicato, ci sono diversi autobus che vi permettono di raggiungere la Rambla. Anche la linea rossa del Bus Turistico fa due fermate una all’inizio della Rambla in plaça Catalunya e una alla fine in plaça Drassanes (monumento di Colombo), da dove potrete cominciare il giro se arrivate dal porto.

Sagrada Familia

La Sagrada Familia è sicuramente uno dei maggiori capolavori di Gaudì.

I lavori di costruzione di questa imponente costruzione iniziarono nel lontano 1882 e ancora oggi non sono terminati.

IL gotico e modernismo catalano si fondono in questa imponente struttura. Ognuna delle 4 Facciate è diversa dalle altre come d’altronde tutta la struttura in sé si differenzia nello stile architettonico. Le code per la visita interna sono sempre lunghissime, e l’ingresso è a tempo, quindi vi consiglio di acquistare il biglietto online in anticipo scegliendo la fascia oraria migliore per voi.

Informazioni Essenziali sulla Sagrada Familia

Come arrivare: Quartiere Eixample, Metro L2 e L5 fermata Sagrada Família

Orari: da novembre a febbraio: 9:00-18:00 / Marzo: 9:00-19:00 / Aprile -settembre: 9:00-20:00 / Ottobre: 9:00-19:00 / Chiuso 25 e 26 Dicembre, 1 e 6 Gennaio dalle 9:00 alle 14:00

Costo biglietto: 15€

Ti interessa saperne di più? Leggi qui

Sagrada Familia continua a stupire, sia all'esterno che all'interno
L’attrazione visitata da oltre 3 milioni di turisti l’anno

Torre Bellesguard

Torre Bellesguard è una delle opere meno conosciute di Antoni Gaudì, probabilmente perché si trova un po’ fuori mano rispetto alla più centrale Casa Battló o al Palau Güell che però tuttavia merita una visita. La villa, a metà strada tra il neogotico e il modernismo, è stata sede della residenza dell’ultimo Re di Barcellona, e i resti del palazzo medievale e delle mura sono ancora visibili nei giardini della villa. L’interno si caratterizza da una grande luminosità, in contrapposizione con l’austerità dell’esterno, 

Come arrivare: Carrer Bellesguard, 16, nel quartiere di Bonanova, ai piedi del Tibidabo

Orari: tutti i giorni 10-15 – Lunedì chiuso  

Costo biglietto: 16 € per gli adulti e 12,80 € a tariffa ridotta, i bambini fino a 8 anni non pagano nulla.

Se vuoi saperne di più guarda questo articolo

Torre Bellesguard Barcellona, l'opera meno conosciuta di Gaudì
Torre Bellesguard, una casa che sembra un castello

Hospital De La Sant Creu I Sant Pau: l’ospedale dove morì Gaudì

L’ospedale della Santa Croce è un impressionante complesso architettonico dell’inizio del novecento, a soli 15-20 minuti a piedi dalla Sagrada Familia, una città nella città, progettato da Lluís Domènech i Montaner e da suo figlio.

Originariamente costruito come un ospedale, questa serie di edifici è uno dei migliori esempi di architettura Art Nouveau in Europa e ha ottenuto lo status di patrimonio mondiale dell’UNESCO

Progettato come un piccolo paese modernista, i suoi impressionanti edifici rivestiti in mattoni rossi, emulavano superbe ville di campagna ed erano circondati da un contesto incantevole. Ognuno dei reparti dell’ospedale disponeva di un suo proprio edificio, collegato ad altri mediante dei padiglioni sotterranei.

Curiosità

Pensate che qui venne portato Gaudì quando venne investito da un tram mentre attraversava le rotaie assorto nei suoi pensieri.

Ospedale de la Santa Creu Barcellona
Il vecchio ospedale di Barcellona

Informazioni Essenziali per Hospital de la Santa Creu

Come arrivare: Sant Antoni Maria Claret, 167.I

Orari: Da novembre a marzo:
Da lunedì a sabato: dalle 09:30 alle 16.30.
Domenica e festivi: dalle 09:30 alle 14.30.
Da aprile a ottobre:
Da lunedì a sabato: dalle 09:30 alle 18.30.
Domenica e festivi: dalle 09:30 alle 14.30.

Costo biglietto: Visita libera Adulti: 14€; Dai 16 ai 29 anni e over 65 9,80€; Minori di 16 anni: ingresso gratuito.
Visita guidata Adulti: 19€; Dai 16 ai 29 anni e over 65 13,30€; Minori di 16 anni: ingresso gratuito.

Vuoi conoscere di più su questo luogo? Allora clicca qui

Fundacio Joan Mirò

La Fondazione possiede alcune delle opere più rappresentative del pittore catalano Joan Miró e contiene più di 10.000 pezzi tra dipinti, sculture e tappezzerie, oltre a diversi disegni e schizzi. Un percorso artistico di uno tra i più acclamati esponenti della cultura mondiale,  che raccoglie le sue opere e promuovere la ricerca nell’ambito dell’arte contemporanea. All’interno una parte è destinata a mostre temporanee e l’altra alla collezione Mirò. In quest’ultima viene illustrata la vita e l’ opera di Mirò.

Informazioni Essenziali sulla Fondazione Joan Mirò

Come arrivare: la fondazione Joan Miró si trova sul Montjuïc, raggiungibile in autobus dalla Plaça de Espanya con la linea 150, oppure scendendo alle omonime fermate del Bus Turístic (linea rossa) e del Barcelona bus Tour.

Orari: il museo apre tutti i giorni dell’anno alle 10:00; il martedì, il mercoledì e il venerdì chiude alle 18:00 in orario invernale (da novembre a marzo), e alle 20:00 in orario estivo (da aprile a ottobre). Il giovedì chiude alle 21:00, il sabato alle 20:00 e la domenica alle 14:30.

Costo biglietto:  l’ingresso normale costa 12 euro; chi ha più di 65 anni può chiedere il biglietto ridotto, a 7 euro; i minori di 15 anni hanno diritto all’ingresso gratuito. L’ingresso per la sola mostra temporanea costa 7 euro per la tariffa piena, e 5 per quella ridotta.

Leggi l’articolo sulla Fondazione

Arazzo di Mirò nella Fondazione Joan MIrò
Arazzo con i tipici colori di Mirò

Giorno 2 – Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni

Casa Vicens: visita privata serale

Casa Vicens è un palazzo di architettura modernista di Barcellona, nel quartiere Gràcia, al Carrer de les Carolines e fu la prima opera importante di Gaudí, che fino ad allora aveva lavorato solo per opere pubbliche o come aiutante di altri architetti. E’ una Costruzione veramente particolare e unica nel suo genere perché l’estrosità dell’architettura modernista si fonde con gli elementi orientaleggianti che la caratterizzano.

Informazioni Essenziali su Casa Vicens

Come arrivare:la fermata Park Güell del Percorso Blu del Barcelona Bus Turístic consente di raggiungere la la Casa Vicens, che si trova sul Carrer de Les Carolines, molto vicino all’Avinguda del Príncep d’Astúries.

Orari: 1 ottobre – 31 marzo Lunedì 10:00 – 15:00 (last entry 13:40) Da martedì a domenica dalle 10:00 alle 19:00 (last entry 17:40)

1 aprile – 30 settembre Tutti i giorni dalle 10:00 alle 20:00 (ultimo ingresso alle 18:40)

Chiuso: 25 dicembre, 1 e 6 gennaio.

Costo biglietto: adulti: prima 14€ ora da 16€ Biglietto per bambini (8-18): prima 10€ ora da 14€ biglietto per bambini (0-7): gratuito.

Leggi di più su Casa Vicens

Casa Vicens un gioiello di gaudì poco conosciuto
Casa Vicens Barcellona patrimonio dell’Umanità

La Casa Amatller | Cosa vedere a barcellona in 3 giorni

Casa Amatller è un edificio modernista, che insieme alla Casa Batlló e alla Casa Lleó Morera, opera dell’altro grande architetto del modernismo catalano, Lluís Domènech i Montaner, forma la Manzana de la Discordia.

Questa casa è fra i pochissimi edifici modernisti a conservare gli arredamenti dell’epoca, consentendo ai visitatori di poter comprendere com’era lo stile di vita di una famiglia borghese barcellonese all’inizio del XX secolo.

Informazioni Essenziali su Casa Amatller

Come arrivare: la casa si trova nel Passeig de Gràcia accanto alla Casa Batlló e alla Casa Lleó Morera la fermata più vicina della metro è quella omonima di Passeig de Gràcia (linee 2, 3 e 4). Con il bus turístic si può scendere alla fermata di Casa BatllóFundació Antoni Tapies, in comune con le linee rossa e blu.

Orari: aperta tutti i giorni della settimana, dalle 11:00 alle 18:00. Le visite al palazzo sono sempre guidate, e iniziano ogni mezz’ora, per un massimo di 12 persone alla volta. Chiuso il 25 e 26 dicembre, e l’1 e il 6 gennaio. Ci sono due tipi di visite, quelle generali, della durata di 60 minuti, e quelle express, da 30 minuti. Le visite generali sono date alle 11:00 in inglese, alle 12:00 in catalano e alle 13:00 in spagnolo. Le visite express invece vengono date simultaneamente in queste tre lingue. 

Costo biglietto: visita video guidata €19, visita  guidata €24 Sconto 10% oltre i 65 anni e gli studenti; ridotto: € 12 bambini da 6 a 12 anni; l’ingresso è gratuito bambini fino a 5 anni.

Se vuoi saperne di più allora clicca qui

Ingresso Casa Amatller edificio modernista
Casa Amatller, Casa Batlò e Casa Lleo Morera, la Manzana de la Discordia

Il Luna Park Tibidabo

Il Luna Park Tibidabo è un parco davvero caratteristico, adatto non solo ai bambini e la caratteristica che lo contraddistingue dai moderni parchi divertimenti è proprio quella di aver mantenuto lo stile dei primi del ‘900. E’ il più antico luna park in Spagna ed il secondo in tutta Europa. 

Il Tibidabo è una collina alta 512 metri che domina Barcellona e che ospita oltre al  luna park anche una chiesa da cui si gode di un panorama mozzafiato su tutta Barcellona. 

Tra le storiche attrazioni troverete il carosello con i cavallucci a dondolo, la ruota panoramica, le autoscontro, la casa dei fantasmi, la casa degli specchi dove potrete divertirvi con le illusioni ottiche, ma di certo non finiscono qui, infatti vi aspettano oltre 25 giostre differenti divise per età.

Molto singolare è anche l’attrazione degli aeroplani, dove potrete godere di una splendida vista della città di Barcellona. Gli aerei sono una perfetta riproduzione del primo veivolo che nel 1925 volò da Madrid a Barcellona.

Tibidabo il Luna Park anni 20
Visitare la ruota panoramica al Luna Park è una delle cosa vedere a Barcellona in 3 giorni.

Informazioni Essenziali sul Parco

Come arrivare: T2 TIBIBUS che parte da plaça Catalunya; Tramvia Blau, lo storico Tram di colore blu che vi lascia affianco alla Funicolare del Tibidabo

Orari:dal 02/01 al 18/03: sabato, domenica e giorni festivi dalle 10:00 alle 18:00; Dal 19/03 al 28/03: tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:30; Dal 29/03 al 23/06: sabato, domenica e giorni festivi dalle 10:00 alle 19:30; Dal 24/06 al 28/08: tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:30

Costo biglietto: biglietti 28.50 € biglietto per persone sotto 1,20 metri 10,30 € l’ingresso per le persone sotto i 90 cm è gratuito.

Se vuoi conoscere questo parco clicca qui

Tempio Espiatorio del Sacro Cuore di Gesù

Sul monte Tibidabo c’è un piccolo belvedere dal quale si domina la città catalana, e una chiesa dedicata al Sacro Cuore costruita dopo una visita di San Giovanni Bosco e terminata nel 1961. Conosciuto come il tempio del Tibidabo, il Tempio Espiatorio del Sacro Cuore di Gesù è’ una chiesa che si trova sul punto più alto del monte. Grazie ad un ascensore è possibile raggiungere la parte superiore della chiesa, posta a 575 metri sul livello del mare

La sua costruzione comincia nel 1902 e fu completata nel 1961.

Anche se dalla facciata la chiesa sembrerebbe grande al suo interno realizzi che non è così. L’ingresso principale è in stile barocco è la cripta in stile neo bizantino, mentre la chiesa ha un mix di romanico e gotico.

Temple expiatory of the sacred heart of jesus - chiese di Barcellona
Se stai pensando cosa vedere a barcellona in 3 giorni, la Chiesa sul monte Tibidabo deve essere assolutamente nella tua lista.

Giorno 3 – Barcellona 3 giorni

Sitges: una gita fuori città 

Sitges la meta più amata della Catalogna, immersa nel Parco del Garraf, è una località molto apprezzata grazie anche alla sua vicinanza con la capitale spagnola (circa 40 min. di autobus) e con l’aeroporto di El Prat. Quando arrivi nel villaggio di Sitges, ti sembra di tornare indietro nel tempo, in quanto regna una calma e una tranquillità particolare. L’oceano blu intenso, che fa da sfondo alle tipiche casette bianche, ristorantini e negozietti di artigianato caratterizzano gli stretti viottoli.

Grazie alle sue spiagge Sitges è il luogo ideale per la pratica degli sport estivi.

Leggi di più su questa splendida meta!

Lungomare di Sitges
Una splendida vista sil Mediterraneo dalle spiagge di Sitges

Palau Marycel

Palau Marycel è uno dei palazzi più emblematici splendidamente conservato ma una meta turistica purtroppo poco pubblicizzata. Camminare attraverso i suoi caratteristici chiostri e respirare la brezza marina dalle sue splendide terrazze affacciate sul mare, sono qualcosa di veramente spettacolare ed emozionante. Il Museo de Maricel è un edificio modernista che ospita opere di vario tipo, dall’arte medievale fino al Novecento, oltre ad opere legate al mondo marittimo.

Palau de Maricel, il palazzo museo di Sitges
Non perdetevi la visita al museo maricel de sitges

Come arrivare: Calle Fonollar s/n – 08870  Sitges, Barcellona  (Catalogna)

Orari:

giovedì10–17
venerdì10–17
sabato10–17
domenica10–17
lunedìChiuso
martedì10–17
mercoledì10–17

Costo biglietto: unico normale € 5, famiglia unico ridotto 20% € 4, singolo ridotto 30% € 3,50

Troverai interessante anche questo articolo sul Palazzo.

Domande e Curiosità’ su cosa vedere a Barcellona in 3 giorni 

Quanti giorni ci vogliono per vedere Barcellona?

6 giorni, durata media del soggiorno: Barcellona è una destinazione perfetta da visitare in qualsiasi periodo dell’anno, anche se hai solo un fine settimana, si raggiunge facilmente dall’Italia ed è una meta molto divertente ed economica. Se disponi di 6 giorni, un viaggio nella capitale della Catalogna si trasforma in esperienza.

Cosa vedere a Barcellona per giovani?

  • Parc Güell
  • Pattinare o passeggiare per la Barceloneta, il lungomare di Barcellona
  • La collina di Montjuic
  • Casa Milà e Casa Batllò
  • Passeggiare tra i vicoli o piazzette del Born e del Barrio Gotico e la Cattedrale
  • Mercato della Boqueria.
  • Camminare per Passeig de Gracia ammirando le creazioni moderniste di Gaudì

RESTIAMO IN CONTATTO!

FACEBOOK: pagina ufficiale

PINTEREST: tutte le mie bacheche

YOUTUBE: tutti i video dei miei viaggi

INSTAGRAM: foto e vita di tutti i giorni

TIK TOK: @viaggidiminu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.