Cosa vedere a Mantova

Quando arrivai a Mantova per la prima volta rimasi folgorata dalla bellezza del Castello di San Giorgio, percorrendo infatti, l’omonimo ponte, è inevitabile non rimanere estasiati davanti a tale magnificenza. Passeggiando sul lungolago e addentrandoti all’interno del centro storico capisci subito che ogni cosa che puoi vedere a Mantova è veramente speciale. Piazza Sordello, Piazza delle Erbe, la Rotonda di San Lorenzo, la Torre dell’Orologio e la maestosa Basilica di Sant’Andrea.

centro storico mantova
percorso centro storico mantova

Cose da vedere a Mantova e dintorni

Mantova è una città antichissima, nota per l’architettura rinascimentale, uno scrigno di tesori d’arte che raggiunse il suo splendore durante la lunga dominazione della Signoria dei Gonzaga. Artisti, pittori e urbanisti famosi in tutto il mondo, come  Mantegna, Pisanello, Giulio Romano, Leon Battista Alberti, hanno lasciato una traccia indelebile che potrai ammirare con stupore in tutti gli edifici della città.

Piccola e ben disegnata, è un mix esplosivo di storia e arte. E’ situata a sud della Lombardia, confinante con l’Emilia Romagna e il Veneto, perciò un punto centrale e strategico molto vicino a  Verona, la città degli innamorati, e alla fantastica Riviera Romagnola.

Cosa Vedere a Mantova in un giorno

Passeggiare lungo i tre laghi artificiali, rispettivamente il lago Superiore, il lago di Mezzo ed il lago Inferiore, che circondano la città, è meraviglioso, soprattutto in primavera quando le loro acque sono ricoperte da un tappeto di fiori di loto.

1. Palazzo Te

Il Palazzo Te venne costruito nel 1500 dall’architetto Giulio Romano per volere di Federico II di Gonzaga per avere un luogo appartato dove dedicarsi allo svago e al divertimento. La villa non contiene più il mobilio dell’epoca ma è arredato con affreschi meravigliosi come la Camera di Amore e Psiche e la Camera dei Giganti che vi faranno rimanere a bocca aperta.

visita palazzo te mantova
giardini di palazzo te mantova

2. Villa La Favorita

Gli edifici eretti dai Gonzaga non si contano, la  Villa La Favorita, per esempio, nella periferia di Mantova, fu edificata per volere del duca Ferdinando Gonzaga che in essa avrebbe dovuto trasferire la corte ma che fu poi solo la loro residenza estiva.

visita alla villa la favorita porto mantovano
rievocazione storica villa la favorita mantova

3. Castello di San Giorgio

Dopo aver fatto una splendida passeggiata sul lungolago attraverso i tre laghi del Parco del Mincio, potrai dirigerti verso il Castello di San Giorgio. La Reggia dei Gonzaga fu fatta costruire nel 1395 dalla famiglia con scopi sia difensivi che di sfoggio di potere. Qui potrai vedere la famosissima e straordinaria Camera Picta o degli Sposi, affrescata dal 1465 al 1474 da Andrea Mantegna. Il livello soprastante il piano nobile, fu adibito a carcere durante la dominazione austriaca, e divenne l’ultima prigione dei Martiri di Belfiore. 

castello di san giorgio mantova visita
castello di san giorgio mantova storia

4. Palazzo Ducale

Il Palazzo Ducale è la più antica fra le residenze in cui abitarono i Gonzaga. Un edificio imponente che domina Piazza Sordello, considerato il più grande complesso architettonico museale italiano. Al suo interno racchiude ampie stanze, affreschi, chiese, portici, torri, cortili e giardini e ospita la famosissima Camera degli Sposi, decorata da affreschi di Andrea Mantegna. Il complesso e si affaccia in una delle piazze più belle d’Italia, Piazza Sordello.

il modo migliore per vedere Palazzo Ducale Mantova
visita palazzo ducale di mantova

5. Teatro Bibiena

Lasciandoti alle spalle il Castello di San Giorgio e dirigendoti verso il centro, ti imbatterai in uno dei teatri piu’ belli del mondo, Il Teatro Bibiena. Il Teatro Scientifico di Mantova, fu realizzato da Antonio Bibiena nel 1767-69, non più a gradinata come quelli rinascimentali, presenta una pianta a forma di campana. Tuttora il teatro viene utilizzato per ospitare rassegne musicali, concerti e convegni di alto livello.

teatro bibiena mantova
teatro scientifico del bibiena

6. Basilica di Sant’Andrea

L’imponente Basilica di Sant’Andrea, è la più grande chiesa di Mantova. La Cattedrale è opera di Leon Battista Alberti tipica dell’architettura rinascimentale. Nella sua cripta sono conservati i due vasi con il sangue portato a Mantova dal centurione romano Longino che trafisse il costato di Gesù facendo uscire sangue misto ad acqua.

La storia narra che alcune di queste gocce, cadendo sui suoi occhi ormai ciechi, gli resero la vista e lo fecero convertire alla religione Cristiana. La reliquia è visibile però, solo un giorno all’anno e precisamente il venerdì Santo dal mattino alla sera, quando viene portata in processione per le vie della città.

cupola sant'andrea mantova
sant’andrea mantova dimensioni

7. Rotonda di San Lorenzo

Da Piazza Sordello, seguendo la via pedonale si arriva in Piazza delle Erbe dove non potrai non rimanere estasiato davanti alla Rotonda di San Lorenzo, una chiesa dalla forma rarissima, probabilmente la chiesa più antica della città.

8. Torre dell’Orologio

Sempre in Piazza delle Erbe, tra il Palazzo della Regione e la Rotonda di San Lorenzo si eleva la Torre dell’Orologio, una costruzione rinascimentale.
All’interno della Torre, con accesso dal salone di Palazzo della Ragione, è allestita, nel Museo del Tempo, una prima esposizione degli oggetti e degli ingranaggi tralasciati o sostituiti nel corso del tempo da chi mise mano all’orologio.

torre dell'orologio mantova
museo del tempo mantova

Domande e curiosità su Mantova

Cosa vedere a Mantova e dintorni in due giorni?

Cosa vedere a Mantova? Itinerario di due giorni

  • Piazza delle Erbe e Torre dell’Orologio
  • La Rotonda di San Lorenzo
  • La Basilica di Sant’Andrea
  • Teatro Bibiena.
  • Palazzo Ducale e il Castello di San Giorgio
  • Basilica di Sant’Andrea
  • Le Grazie e il Parco del Mincio

Cosa fare a Mantova in 3 giorni?

Weekend 3 giorni

Sicuramente se hai a disposizione 3 giorni vale la pena fare un’ escursione sui laghi di Mantova sul Lago Superiore, fino ai borghi delle Grazie e Rivalta, oppure sui Laghi di Mezzo e Inferiore scendendo fino al Po. Potrete poi fare un breve tour guidato nel centro storico con una guida turistica che vi illustrerà i principali monumenti della città da Piazza Sordello, presso l’Infopoint Casa del Rigoletto.

Il secondo giorno potrete dedicarlo alle visite interne di palazzi e musei come: Palazzo Te, visita al Teatro Bibiena, visita al Palazzo della Regione e alla Torre dell’Orologio, visita alla Casa del Mantegna. Il terzo giorno potrete visitare i dintorni di Mantova, una visita la merita sicuramente Sabbioneta, cittadina che, insieme a Mantova, ha avuto il riconoscimento di Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco.

Cosa vedere a Mantova gratis?

  • Basilica di Sant’Andrea di Mantova
  • Rotonda di San Lorenzo
  • Museo Storico dei Vigili del Fuoco
  • Piazza Sordello
  • Piazza delle Erbe
  • Parco del Mincio

Mantova è la mia Città Adottiva, ormai ci vivo da più di 10 anni e mai avrei pensato di lasciare la mia adorata Isola e trasferirmi al Nord, ma questa piccola città rinascimentale ha permesso sia a me che ai miei bambini di scoprire una parte della nostra storia.

RESTIAMO IN CONTATTO!

FACEBOOK: pagina ufficiale
PINTEREST: tutte le mie bacheche
YOUTUBE: tutti i video dei miei viaggi
INSTAGRAM: foto e vita di tutti i giorni
TIK TOK: video divertenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.